closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
losangelista

Golfo Nero: i responsabili

Ieri  i geni che hanno perforato la crosta terrestere provocando l’emorragia inarrestabile di petrolio in prossimita’ del 40% degli ecosistemi umidi d’America e accanto alla corrente del Golfo,  ne hanno reso conto al senato USA. I direttori di British Petroleum, Transocean e Halliburton  si sono sottoposti alla gogna  di rito, il teatro della contrizione per cui pochi giorni fa erano passati i manager della Goldman Sachs. Invece di assumersi responsabilita’,  i manager  hanno puntato il dito sui colleghi.

Secondo la BP, proprietaria della piattaforma esplosa, la colpa e’ della Transocean, azienda svizzera cui erano appaltate le operazioni tecniche. La Transocean ha indicato come responsabile la Halliburton  incaricata di sigillare il pozzo e quest’ultima ha sostenuto di aver seguto le indicazioni della BP. Ai senatori che chiedevano garanzie sui risarcimenti a pescatori e alberghieri del Golfo Lamar McKay, amministratore della BP, ha risposto come un vero agente delle assicurazioni “prenderemo in considerazione ogni legittima richiesta”.

  • Stevan

    Questi grandissimi figli d’ ANDROCCHIA dovrebbero andare tutti in prigione!
    CHE SCHIFO !!!!!!!!!!!!!

  • martino

    Probabile la liquidazione coatta di BP. Farewell,Mr Mc Kay.