closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
losangelista

Golfo Nero: Big Oil, Black Ops

infrastruttura petrolifera sul Delta. Port Fourchon, La

Black ops – operazioni nere – e’ il termine che danno alle operazioni segrete di tipo estremo, destabilizazzioni, eliminazioni fisiche, quelle piu’ nefaste delle geopolitiche top secret. Termine applicabile con doppio senso alla marea nera del  Golf del Messico. “E’ la piu’ grande operazione di contenimento nella storia del petrolio e finora ha funzionato piuttosto bene” cosi’ poco fa Tony Hayward, amminsitratore della BP, nella sede di Houston dove dozzine di tecnici stanno freneticamnte cercando una soluzione alla fuorisucita di petrolio. A questo ritmo entro un mese, ed e’ probabile che duri almeno tanto, la catastrofe ecologica superera’ i 40  milioni  di litri di greggio dipersi in Alaska dalla Exxon Valdez per diventare la peggiore della storia del pianeta.  L’entita’ effettiva rimane incognita perche’ si trova a largo, lontano in gran parte da occhi  “non autorizzati” e ieri il “comando congiunto” di BP e diversi enti statali e federali che gestiscono le operazioni ha implementato  una  no-fly zone sull’arcipelago barriera delle Chandeleurs, ufficialmente per  evitare che velivoli della stampa “disturbassero gli uccelli”.

Un controllo militare delle informazioni che semmai rafforza la netta sensazione che al “comando” ci si stia ormai arrampicando sugli specchi e la realta’ e’ che l’industria da anni ha proceduto alla trivellazione “estrema” a oltre un chilomtero di profondita’ ,  senza pianificare piani  di emergenza. Qui il Los Angeles Times rivela come i petrolieri abbiano piuttosto investito in lobbying per allentare le regulation. E’ istruttiva sul potere economico e politico della oil industry, una visita a Port Fourchon, il porto sull’estremo lembo di delta dove vengono armate e rifornite le piattaforme offshore (nel golfo ce ne sono oltre 4000). E passando davanti ai cancelli della Halliburton, indagata come possibile reponsabile  in quanto concessionria per la trivellazione, dell’esplosione sulla Deepwater Horizon, e’ impossibile dimenticare i tempi in cui Dick Cheney riceveva regolarmente alla casa bianca i manager (e suoi colleghi) delle sette sorelle per scrivere assieme le leggi sull’energia.

stabilimento Halliburton di Port Fourchon
  • Nali

    Bravo, Luca!
    Continui a raccontare, per favore. Almeno non vedremo il pianeta sprofondare senza dire proprio niente.
    Grazie.