closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
losangelista

Ferguson: Eric Garner paralizza New York

La protesta ieri a Grand Central Station

La protesta ieri a Grand Central Station

Ieri il pomeriggio piovoso di New York è stato interrotto da un altra doccia fredda:  la decisione di un gran giurì di prosciogliere il poliziotto che a luglio aveva fermato Eric Garner, un venditore abusivo di sigarette  a Staten Island. Dopo una colluttazione Garner era morto soffocato dall’agente Daniel Pantaleo che lo stringeva alla gola, una “tecnica” specificamente proibita dal regolamento NYPD . La notizia ha provocato proteste spontanee che si sono susseguite per tutta la giornata in varie parti di Manhattan. Nel pomeriggio manifestanti hanno tentato di interrompere la cerimonia dell’albero di natale a Rockefeller Center ma sono stati respinti dalla polizia che ha blindato l’intera zona con un imponente dispiegamento di forze. Centinaia di persone si sono allora dirette a Grand Central Station dove hanno inscenato un sit-in bloccando tutta la stazione. Altri gruppi hanno marciato su Times Square bloccando Broadway e intasando il traffico per ore . Stessa situazione anche sulla tangenziale FDR bloccata da manifestanti. Le proteste sono proseguite fino alla mezzanotte nella zona di Harlem e la polizia ha effettuato decine di arresti. In una conferenza stampa con i famigliari di Grant Al Sharpton ha denunciato l’ennesimo episodio come evidenza di un emergenza azionale e annunciati per sabato 13 dicembre una marcia nazionale su Washington.