closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
FranciaEuropa

Esplode il fermo di polizia: 900mila casi nel 2009, il triplo rispetto al 2001

Le statistiche ufficiali parlano di 580.108 casi di fermi di polizia nel 2009. Ma questa statistica, secondo il giornalista giudiziario Mathieu Aron di France Info, non tiene conto dei fermi di polizia conseguenti a una infrazione del codice della strada. Sarebbero intorno ai 250mila. Il portavoce del ministero degli interni ha dovuto ammettere che la cifra di 800mila fermi di polizia nel 2009 è più vicina alla realtà. Il fermo di polizia, in seguito a un reato rilevato dagli agenti, dura in Francia 24 ore, che possono essere raddoppiate a 48. C’è la possibilità di fare ricorso a una visita medica e di chiedere l’intervento di un avvocato. Chi lo ha subito, racconta momenti difficili, perquisizioni personali, ore passate in celle disgustose, dove bisogna chiedere il permesso persino per andare in bagno.

Dal 2001, secondo l’avvocato Patrick Klugman, il numero dei fermi di polizia è aumentato del 71%, passando da 336.718 a 580.108, dal 2001 sono triplicati. E questo senza contare i fermi per contravvenzioni al codice della strada (guida in stato di ebrezza ecc.) e i fermi effettuati nei Dom-Tom (37.500 nel 2009). La Corte europea dei diritti dell’uomo ha riscontrato un forte aumento dei ricorsi di cittadini francesi che si sono ritrovati in questa situazione. 800-900mila fermi sono un  numero altissimo, rispetto a una popolazione di 64,7 milioni (1,3%). Anche le carceri sono strapiene: 64mila persone nel 2009. Secondo il presidente del Sindacato degli avvocati, Jean-Louis Borie, la causa di questo eccesso di fermi di polizia va ricercata nelle scelte governative e dell’Eliseo, che impongono “una politca delle cifre, diventate sinomino di efficienza”. Il governo chiede risultati, che persino i poliziotti denunciano, sentendosi obbligati a dare delle prove tangibili del loro lavoro. Cosi’, i fermi diventano uno strumento per ottemperare alle ingiunzioni del ministero degli interni. Compresi quelli per le infrazioni del codice della strada: è facile fermare qualcuno che sta giudando dopo aver bevuto un bicchiere di troppo e fargli passare 24 ore in cella e cosi’ far risalire le statistiche di “efficienza” del commissariato. In questo periodo, è’ in discussione una riforma del codice di procedura penale, che prevede una maggiore presenza degli avvocati fin dai primi momenti del fermo.