closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Street Politics

Egitto, la polizia arresta e intimidisce i lavoratori in sciopero

scioperi-egitto

Giuseppe Acconcia

26 lavoratori egiziani sono stati arrestati in seguito alla loro partecipazione in scioperi e proteste. Secondo Human Rights Watch, dal maggio 2016, la polizia egiziana ha arrestato lavoratori in sciopero in varie industrie. Decine di operai sono stati rinviati a giudizio di fronte a corti militari. Nel gennaio 2017, 19 lavoratori in sciopero in una fabbrica per la produzione di petrolio a Suez sono stati arrestati con l’accusa di incitamento allo sciopero e danni alla produzione. Nel dicembre 2016, le forze di sicurezza hanno arrestato 55 operai in sciopero della Egyptian Fertilizers Company. Nel dicembre 2016, Kamal Abbas, leader del Centro dei Sindacati e Servizi per il lavoro (CTUWS) ha scritto al ministero dell’Interno in merito alla scomparsa di sei lavoratori dell Autorità per il Trasporto pubblico in seguito a perquisizioni che avevano avuto luogo nelle loro abitazioni.

Ma la lista di violazioni dei diritti dei lavoratori non si ferma qui, lo scorso gennaio, uno sciopero si è tenuto a Suez dopo un sit-in che aveva avuto luogo nell’azienda per la produzione petrolifera IFFCO. Secondo il CTUWS, la Sicurezza nazionale ha chiesto ai lavoratori di fermare gli scioperi e ha proceduto all’arresto di 13 di loro. Secondo HRW, 26 lavoratori sono stati licenziati per aver preso parte alle proteste.