closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Street Politics

Egitto, Azza Soliman libera subito

4
di Giuseppe Acconcia
L’attivista per la difesa dei diritti umani e avvocato, Azza Soliman, è stata arrestata in relazione al caso 173 che coinvolge le ong egiziane accusate di ricevere finanziamenti dall’estero. Soliman è la fondatrice del Centro egiziano per l’assistenza legale alle donne (Cewla) e di recente le è stato impedito di lasciare il paese. Una dichiarazione rilasciata dall’Istituto per gli Studi sui diritti umani (Cihrs) ha chiesto al governo egiziano il rilascio di Soliman e la cancellazione del bando contro di lei e altri operatori di ong che non possono lasciare il paese. Tra gli attivisti bloccati in aeroporto si contano Esraa Abdel-Fattah e Asmaa Mahfouz. L’ambasciata canadese e il ministro degli Esteri francese hanno espresso preoccupazione in merito all’approvazione della recente legge che mette il bavaglio alle ong.