closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Street Politics

Egitto, attacchi alla prigione di Borg al-Arab

4-Egyptians-AFPv2

di Giuseppe Acconcia

Le forze di sicurezza egiziane hanno attaccato alcune celle della prigione di Borg al-Arab ad Alessandria. L’attacco è arrivato dopo la denuncia dei detenuti per le umilianti condizioni di detenzione. Human Rights Watch ha chiesto al procuratore generale egiziano di avviare indagini trasparenti sugli eventi e arrestare i responsabili degli abusi.

I familiari e gli avvocati dei detenuti hanno spiegato che alcuni secondini hanno attaccato le celle con bastoni e gas lacrimogeni causando ferite e fratture. Uno dei detenuti ha segni di un grave trauma cranico. “Invece di disporre indagini sugli abusi in prigione, le autorità egiziane hanno attaccato e colpito i detenuti”, ha denunciato Joe Stork, vice direttore per la regione MENA di HRW.

In seguito agli attacchi, la dirigenza della prigione ha trasferito 250 detenuti, tra cui alcuni dei feriti, in altre tre prigioni: Minya, Gamasa e Wadi al-Natroun. I loro familiari hanno denunciato il trasferimento come una ulteriore punizione per i detenuti.