closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
in the cloud

Dal Prc a Sel, Boccadutri al congresso di Firenze

Tra i tanti curiosi al congresso di Sel a Firenze,  spiccava quello di Sergio Boccadutri, il tesoriere di Rifondazione comunista che si è dimesso pochi giorni fa, il 12 ottobre scorso, con una dura lettera consegnata ai vertici del suo partito. Un j’accuse pesantissimo contro la politica tenuta finora dal Prc, il “frazionismo” interno e le scelte finanziarie (soprattutto a sostegno del giornale Liberazione).

Ex bertinottiano, Boccadutri è rimasto alla guida delle casse del partito dopo la scissione di Vendola e compagni successiva al congresso di Chianciano del 2008, tenendo in pugno il portafoglio del partito e risolvendo le uscite caso per caso, senza divisioni immobiliari o patrimoniali. Oggi partecipa ai lavori di Sinistra ecologia e libertà. Mentre con alcuni dei dirigenti di quel partito ha ancora aperte cause legali frutto del suo lavoro passato.