closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Napoli centrale

Cuba nei Quartieri Spagnoli

 

    • Dai particolari ai paesaggi, il passo è breve ma può raccontare tante vite. Nell’immaginario di molti Cuba è l’isola felice, quel piccolo Davide che ha osato sfidare il gigante del mondo. Per altri è l’inferno, la prova che il comunismo è fallito. Anche chi c’è stato, racconta quasi sempre la sua Cuba, dipende forse da cosa ha nell’animo, da cosa è andato a cercare e quello che ha trovato. In “Antes de la noche”, la mostra del fotografo Nicolas Pascarel che ha allestito a Napoli – con i suoi scatti insieme a quelli del portoghese Luís Pinto e del francese Olivier Leger – si direbbe che abbia trovato la malinconia. Proprio così. Ma attenzione perché è bellissima, e quindi inganna.

    •  
    • Sono 47 immagini di un workshop nell’isola, dove Pascarel e andato per fotoasia l’agenzia di cui è presidente. Ma il fotografo francese gioca in casa visto che da quasi 20 anni fa pellegrinaggio portandoci gli appassionati del genere. E allora le immagini non sono quelle di un estraneo, ma di chi conosce la vita cubana e la riesce a raccontare (dal suo punto di vista) nell’intimità. Due giovani che si parlano al tramonto, mentre i palazzoni di cemento in stile Vele di Scampìa contrastano con il rosa dell’oceano. Un vecchio rasoio, le mani di Gilberto, 80 anni musicista che ancora sente di essere vivo e spera di calcare le scene, perché la felicità dipende dalla percezione che si ha della realtà. E ancora pezzi di vita a confronto, storie che si raccontano, frammenti catturati con l’occhio indiscreto dell’artista.

    • tel 3933641664 – 3405014561
    • a cura di
      Mariano Ipri
      Giuseppe Ruffo
      Pietro Tatafiorevideo/slideshow/La Habana 2012
      Federico Righi – escuela de danza
      Barbara Fiorillo – no pasar peligro