closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
FranciaEuropa

Crisi economica: “economisti atterriti” contro il culto del mercato

Il G20, che si apre a Seul,  è chiamato a trovare delle soluzioni per risolvere il disordine economico mondiale, ma nessun capo di stato o di governo delle venti più importanti economie mondiali ha la volontà – e nemmeno la forza – di cambiare l’andamento  della situazione. Dalla Francia proviene un Manifesto di economisti atterriti che intende lottare contro “le dieci false evidenze” che dominano il pensiero economico mondiale, proponendo 22 misure alternative. Già 1139 economisti hanno firmato il testo, che è stato anche discusso in pubblico lo scorso fine settimana. Tra i redattori e firmatari, in Francia, Philippe Askenazy, Dominique Plihon, Thomas Coutrot, André Orléan, Henri Sterdyniak. Questi economisti si erano detti “atterriti” di fronte alla debole reazione dell’Europa di fronte alla crisi greca, come se i dirigenti dell’Unione europea e degli stati membri non si rendessero conto dei rischi che questa crisi fa correre alla società e anche alla democrazia, facendo affondare i paesi nella disoccupazione di massa e nella stagnazione, immolando l’economia reale sull’altare della riduzione dei debiti. Di qui l’idea del Manifesto, che è stato redatto lo scorso settembre. Gli economisti atterriti denunciano scelte politiche volte soltanto a rassicurare i mercati. Chiedono di mettere fine all’obbedienza verso i diktat dei mercati, smettendo di ridurre le spese pubbliche e sociali. La critica si rivolge ai politici che si piegano ai mercati finanziari, accettando la falsa idea che questi siano in grado di raccogliere il risparmio per poi dirigerlo verso invesimenti produttivi, a sostegno del’linnovazione, cioè a cio’ che crea occupazione e riccchezza. La finanziarizzazione dell’economia non svolge questo ruolo, ma alimenta la speculazione che porta ad inevitabili crack.

Per saperne di più: www.atterres.org

  • http://www.cronologiamondiale.it silvio

    vi consiglio un approfondimento su questi argomenti per comprendere anche la storia che ci ha portato (e come) a questa crisi che a ragion veduta è una crisi di pochi che ribaltano sugli altri l’assorbimento delle problematiche create… http://www.cronologiamondiale.it/index.php?title=Economia