closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Islamismo

Contro il burqa per la dignità della donna

Se passerà in parlamento la legge contro il velo integrale il Belgio sarà il primo paese europeo a proibire l’uso del velo integrale (niqab e burqa) quei veli che lasciano scoperti solo gli occhi, o nemmeno, permettendo loro di vedere il cielo solo a quadretti. Si tratta innanzitutto di una misura che garantisce la dignità della donna. C’è chi ha sollevato il problema della libertà di espressione ma ha mai osservato gli occhi di quelle donne completamente velate? Nei loro occhi si può intravedere solo il sogno della libertà, non c’è gioia, solo rassegnazione. Non possono mangiare in luoghi pubblici perché dovrebbero sollevarsi il velo. Ma di che libertà si parla? Non è libertà e nemmeno una imposizione religiosa, allora in nome di chi dovremmo difendere questa umiliazione delle donne? C’è chi parla di sicurezza. Anche la sicurezza ha due facce: una occidentale e una dei paesi di origine. In occidente la destra tratta il velo come il casco da impedire per garantire l’ordine. Nei paesi di origine i fondamentalisti impongono il burqa perché dovrebbe garantire l’integrità del corpo della donna (leggi controllo della sessualità) ma se la maggior parte delle violenze si consumano in famiglia (in Afghanistan il codice della famiglia per le sciite legittima la stupro) vuol dire che il burqa non è una garanzia. Tanto è vero che molte donne si suicidano dandosi fuoco perché non sopportano più le violenze subite in casa.

Dunque non si può in nome della tolleranza condannare queste donne che vivono in occidente a portare un velo integrale che non le lascia nemmeno respirare, ma il divieto del burqa non deve essere accompagnato da pene o dal carcere ma da incentivi che garantiscano diritti per queste donne: istruzione, corsi di formazione e di insegnamento della nostra lingua, lavoro, diritti di partecipare alla vita sociale e politica del paese in cui vivono. Solo così potranno veramente emanciparsi e liberarsi del fardello che portanno addosso.