closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
losangelista

Codice Rosa contro la guerra

as-he-testified-about-the-potential-use-of-military-force-in-syria-secretary-of-state-john-kerry-was-greeted-by-protesters-from-code-pink

John Kerry è stato duramente contestato durante la testimonianza davanti alla commissione per gli affari esteri del senato. Kerry salito sulla “Hill” ad informare sullo stato della coalizione anti-ISIS è stato accolto in sala da numerosi militanti di Code Pink il gruppo pacifista fondato da Medea Benjamin che durante tutto il suo intervento hanno sventolato scritte contro l’intervento i Siria ed Iraq. Ad un certo punto il segretario di stato si è rivolto ai contestatori dichiarando: “farei solo notare che io di dissenso me ne intendo. La prima volta che ho testimoniato di fronte al paese è stato in qualità di contestatore della guerra del Vietnam. Quindi rispetto il diritto alla protesta. Ma siccome so che Code Pink è stato creato da una donna e da donne contrarie alla guerra ma anche a favore di un governo capace di prendersi cura di della propria gente, di fornire loro istruzione e sanità e lavoro…bene se credete in questo allora dovreste credere nel combattere ISIL”

“Si tratta di un organizzazione che vende  le ragazze come schiave dei jihadisti. Non è possibile negoziare con loro. Non c’è niente da negoziare. E non danno la mutua a nessuno. Non danno istruzione. Sono assassini dal sangue freddo che si fanno beffe di una pacifica religione. Mi dispiace ma Code pInk e un sacco si latra gente farebbe bene a farci un pensiero”.

La protesta e gli slogano contro l’intervento armato sono  continuati e alcuni contestatori sono stati rimossi. Qui sotto il video anti-intervento realizzato da Brave New Films: