closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Street Politics

Al-Sisi e Trump in sintonia perfetta

trump

Giuseppe Acconcia

La Casa Bianca ha pubblicato ieri una lista di 78 attacchi terroristici avvenuti in tutto il mondo tra il 24 settembre 2014 e il dicembre 2016 che i media internazionali non hanno coperto. Il presidente Trump ha detto che “siamo arrivati al punto in cui gli attacchi terroristici non vengono neppure raccontati dai media”. La lista include nove attacchi, avvenuti in Egitto, incluso un attentato che ha ucciso un poliziotto a Luxor nel giugno 2015, il rapimento e lo sgozzamento di un cittadino croato nel Sinai del luglio 2015.

Subito il ministero degli Esteri egiziano ha applaudito la denuncia della Casa Bianca. Il portavoce del ministero Ahmed Abu Zeid ha sostenuto che i media occidentali esprimono sostegno alle vittime del terrorismo in alcuni paesi e in altri no. Secondo le autorità locali, in particolare gli attacchi in Egitto sono sempre stati ignorati dai media internazionali. La retorica della lotta contro il terrorismo è stata utilizzata da al-Sisi per legittimare la completa repressione del dissenso. Questo discorso populista è stato veicolato dalla retorica politica dei repubblicani negli Stati Uniti, come è confermato anche da queste denunce strumentali di Trump.