closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rovesci d'Arte

Agli sgoccioli il mistero di Caravaggio

Il mistero della “fisicità” di Caravaggio, uno dei gialli rompicapo degli esperti d’arte e scienziati, sta per essere svelato. Saranno infatti presentati tra una settimana, mercoledì 16 giugno alle ore 11, in una conferenza stampa aperta al pubblico al teatro Alighieri di Ravenna, i risultati conclusivi della ricerca sul luogo di sepoltura e sui presunti resti mortali dell’artista eccelso Michelangelo Merisi, detto Caravaggio. A parlarne sarà Lucio Calcagnile, ordinario dell’università del Salento, responsabile della datazione dei resti ossei con il carbonio 14, Giorgio Gruppioni, ordinario dell’università di Bologna, docente al dipartimento di beni culturali di Ravenna, coordinatore scientifico delle analisi antropologiche, genetiche e istologiche, e Silvano Vinceti, presidente del Comitato nazionale per la valorizzazione dei beni storici, culturali e ambientali e responsabile della ricerca storico documentaria su Caravaggio. «L’attesa è grande – hanno detto il vicesindaco Giannantonio Mingozzi e Rodolfo Bartoletti, responsabile ravennate del Comitato, che hanno seguito passo dopo passo l’evolversi delle analisi – Siamo ottimisti e soprattutto certi dell’alta qualità delle analisi scientifiche eseguite con il massimo rigore; altrettanto si può dire per il contesto storico ricostruito da Vinceti sulla base delle preziose fonti ritrovate ed esaminate». Forse dopo l’exploit delle sue ossa e la morbosa curiosità intorno al suo corpo, Caravaggio troverà la meritata pace….