closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
losangelista

La Grande Sete

Da ieri a Los Angeles e’ cominciato il razionamento idirico: e’ consentito innaffiare il prato unicamente il lunedi’ e il giovedi’ e  comunque non fra le 9 e le quattro, e’ vietato spruzzare il marciapiedi e lavare l’auto con una canna che non sia munita di pistola autochiudente. Le misure sono state adottate per far fronte alla siccita’ che dura ormai da tre anni e che ha visto i serbatoi d’acqua cittadini raggiungere i livelli di guardia.

acqua-golf-blog1


Secondo molti esperti si tratta solo di un assaggio di cio’ che e’ di la da venire man mano che la crisi idrica nel quadrante del sudovest si aggrava a causa del continuo incremento della popolazione in una zona desertica dove l’unica fonte d’acqua e’ il fiume Colorado e gli acquedotti lunghi oltre 500km costruiti per portare l’acqua dalla Sierra Nevada e dal delta del fiume Sacramento (per dare un idea della colossale opera necessaria ad abbeverare i milioni di cittadini che vivono nel settore arido, il 17% del dispendio totale di energia elettrica nello stato e’ dovuto al pompaggio dell’acqua su distanze gigantesche). Altre avvisaglie del futuro d’altronde sono gia’ una realta’,  come  il reciclaggio delle acque nere –ad Orange County ad esempio – dalle fogne alle  riserve cittadine di acqua potabile. I verdi giardini e prati intonsi della Calfornia del sud stanno insomma scivolando verso  una distopia arida  destinata solo ad essere aggravata dal riscaldamento climatico.