closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Storia segreta dei Quilt

La tradizione. Le coperte degli egizi, le capanne dei pionieri negli Stati Uniti, i segnali degli schiavi; con un'intervista a Stacy Murray, quilter californiana

Annie Bendolph

Annie Bendolph

La casa dei pionieri americani era fatta di tronchi, una capanna, come quella del porcellino di mezzo saggio ma non troppo. Era la Log Cabin e spesso era al centro, oltre che dei progetti di conquista e avanzamento nel wild west, anche dei disegni decorativi dei quilt, le coperte americane fatte con pezze di stoffa diverse, giustapposte con apparente casualità. La capanna, intesa come motivo ornamentale, è stata poi sostituita dalla home, la casetta e quindi da una serie di soggetti diversi attorniati da costellazioni di figure geometriche che ricordano le pieghe della carta degli origami. Il quilt ha anche...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.