closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Stiamo meglio o peggio di cinque anni fa? Un bilancio di fine legislatura

Abbassare le tasse, accrescere l’occupazione (non spiegando come), sostenere le imprese e respingere i migranti per aumentare la nostra sicurezza: sono i messaggi più ricorrenti di una delle campagne elettorali più brevi e demagogiche della storia della Repubblica. La propaganda politica rincorre a colpi di slogan l’emotività di un elettorato sfiduciato e incattivito, nel contesto di una crisi democratica che lo allontana sempre più da chi governa, ma dimentica di compiere un serio bilancio del punto in cui siamo e di prospettare un progetto lungimirante e complessivo per lo sviluppo e il futuro del Paese. Se gli elettori fossero chiamati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi