closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Steve Lehman e gli spettri del jazz

Note sparse. L’ottetto dell’alto sassofonista e compositore nell’anfiteatro romano, un concerto nell'ambito della manifestazione Along Came Jazz

Steve Lehman

Steve Lehman

Uno splendido affaccio sulla piana dove si distende Roma, un anfiteatro antico che appartiene al tiburtino Santuario di Ercole Vincitore, la musica spettrale dell’ottetto di Steve Lehman. C’erano tutti gli elementi per fare del quarto appuntamento della rassegna Along Came Jazz (all’interno di Tivoli chiama. Festival delle arti) un appuntamento di rilievo nazionale. La ripresa della manifestazione (direttori artistici Enzo Pavoni e Paolo Alimonti; concerti fino al 21 luglio) è di per sé significativa, visto che il festival ha sempre indagato nel «nuovo» jazz italiano ed internazionale, confermando anche quest’anno la sua vocazione. L’ottetto di Lehman si esibiva nella sua...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.