closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Stephen Crane, nuvole generate da una mente assetata

Classici ritradotti. Fedele alla visionarietà surreale di un testo che mette in scena la guerra come mai era stato fatto, Michele Mari ritraduce «Il segno rosso del coraggio», la cui gestazione complessa avrebbe richiesto di esplicitare l’edizione di riferimento: da Einaudi

Da «The Civil War», musica di Jack Murphy, libretto di Gregory Boyd  e Frank Wildhorn; Barn Theatre School, Augusta, Michigan, giugno 2018

Da «The Civil War», musica di Jack Murphy, libretto di Gregory Boyd e Frank Wildhorn; Barn Theatre School, Augusta, Michigan, giugno 2018

Nella pagina più citata di Verdi colline d’Africa, Ernest Hemingway sentenziò che «tutta la letteratura americana moderna nasce da un libro di Mark Twain chiamato Huckleberry Finn». Avrebbe potuto aggiungere che tutto il moderno romanzo di guerra nasce dal Segno rosso del coraggio di Stephen Crane, e in questo caso il suo giudizio sarebbe stato più difficile da contestare. È probabile che, pur senza averlo mai scritto, Hemingway lo pensasse, e non solo perché Stephen Crane è uno dei tre scrittori da lui identificati nello stesso testo come «buoni» (gli altri due sono Henry James e ovviamente Twain), ma perché,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.