closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Stelio Mattioni e le vie oniriche di Trieste

SCAFFALE. «Il richiamo di Alma», un romanzo riedito da Cliquot. Il mondo del fantastico nello sfondo novecentesco di una città amata

La Scala dei Giganti, Trieste

La Scala dei Giganti, Trieste

C’è una linea sottile nella scrittura di Stelio Mattioni, una sorta di confine immaginario che ondeggia tra finzione e realtà. Una striscia che potremmo definire del verosimile e, forse, dicendo così indovineremmo, ma non del tutto, non sempre. È molto più misteriosa l’opera dello scrittore triestino, è più profondo il solco che lo avvicina al mondo del fantastico, più affascinante e interessante. MATTIONI è italiano, ma se dovessimo pensare a vicinanze, somiglianze, guarderemmo alla letteratura sudamericana, a quella argentina in particolare, a qualcosa di Borges, a suggestioni vicine ai racconti di Silvina Ocampo. A rendere le sue storie indefinibili, più...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi