closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Stefano Savona: «Per rendere il senso della tragedia ho utilizzato l’animazione»

Cannes 71. L'incontro con il regista autore dell'applaudito documentario «La strada dei Samouni» presentato alla Quinzaine

Stefano Savona

Stefano Savona

I «protagonisti» del film non hanno ancora potuto vederlo: i Samouni, la grande famiglia contadina di Gaza che si racconta nel documentario di Stefano Savona presentato ieri alla Quinzaine: La strada dei Samouni. «Entrare a Gaza non è facile» spiega infatti il regista: «Avrei voluto mostrare loro il film, fare in modo che fossero loro stessi a doppiarsi nelle sequenze di animazione» - quelle cioè di Simone Massi e del gruppo di animatori che per anni ha lavorato insieme a lui e a Savona per ricostruire sullo schermo la memoria di questa famiglia decimata durante Piombo fuso, l’operazione di guerra...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi