closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Stefano Cucchi, «morto di fame e forse pestato dai carabinieri»

Corte d'Assise. Depositate le motivazioni della sentenza

Stefano Cucchi

Stefano Cucchi

Stefano Cucchi sarebbe morto per denutrizione e per «trascuratezza e sciatteria» dell’attività dei cinque medici dell’ospedale Pertini che il 5 giugno scorso vennero condannati per omicidio colposo. E non per le lesioni vertebrali, come sostenevano i consulenti di parte civile. Ma nelle motivazioni della sentenza depositate ieri dalla III Corte d’Assise di Roma i giudici mettono anche nero su bianco la convinzione che il pestaggio ai danni del giovane tossicodipendente romano rinchiuso a Regina Coeli la mattina del 16 ottobre 2009 e morto sei giorni dopo nel reparto penitenziario del Pertini, sia plausibilmente avvenuto per mano dei carabinieri che lo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi