closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Squinzi torna, ma solo se il salario è variabile

Contratti. Il presidente di Confindustria detta le sue condizioni per riaprire il negoziato: "Accordo possibile se gli aumenti saranno calibrati in base alla produttività". Intanto i sindacati chiedono di tornare subito ai tavoli di categoria

Il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi

Il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi

Una piccola riapertura per la possibilità di discutere un accordo, ma solo se i sindacati cambieranno davvero rotta. Il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi ha risposto così alla richiesta unitaria avanzata due giorni dai sindacati per un ritorno al tavolo delle trattative; rinnovando però parallelamente i contratti aperti, avevano specificato Cgil, Cisl e Uil. Lo ha fatto in un’intervista al Messaggero, mettendo però subito le mani avanti su un punto: eventuali nuove regole si dovranno applicare subito, già alle vertenze in atto, «perché non è possibile aspettare quattro anni». «Sul fronte dell'economia abbiamo alle spalle sette anni tremendi - ha...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi