closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Spiriti in viaggio in un tempo sospeso

Cannes 68. Soprannaturale e reale in «Journey to the shore» di Kiyoshi Kurosawa presentato al Certain Regard

La morte, i momenti che la precedono, quelli che la seguono, e l’impatto che la scomparsa di una persona amata lascia su chi rimane «indietro» erano i soggetti di due film presentati in concorso quest’anno: Sea of Trees, di Gus Van Sant e Chronic, del regista messicano Michel Franco (premio per la miglior sceneggiatura). Passato molto più inosservato dalla stampa, nella sezione Un Certain Regard (dove ha vinto il premio per la regia), Journey to the Shore, di Kiyoshi Kurosawa, riflette sugli stessi temi in modo molto più alto, commovente e visionario. Tratto da  Kishipe No Tabi, un romanzo del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.