closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Spike Lee, «Chicago è una zona di guerra»

Berlinale. Il regista americano e il suo atto accusa contro la lobby delle armi. E la battaglia contro l’Academy

Spike Lee per il manifesto

Spike Lee per il manifesto

«Ogni giorno negli Stati uniti muoiono una media di 99 persone per colpa delle armi da fuoco». Le statistiche sono riportate da Spike Lee alla conferenza stampa per la presentazione del suo ultimo film ,Chi-Raq, evento speciale alla Berlinale. «La città di Chicago è come una zona di guerra - aggiunge John Cusack, uno dei protagonisti - dall’inizio del 2016 lì sono morte 90 persone». Il titolo Chi-raq istituisce infatti un collegamento fra la città dell’Illinois - dilaniata dalle guerre tra gang- e l’Iraq, dove hanno perso la vita oltre 4500 soldati americani, in un film che è un fiero...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.