closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:
Visioni

Spielberg tra realtà virtuale e nostalgia

Al cinema. In «Ready Player One» il regista si interroga sulla nostra vita «online» e sulla sua eredità di storyteller

Tye Sheridan in «Ready Player One» di Steven Spielberg

Tye Sheridan in «Ready Player One» di Steven Spielberg

L’anno è il 2045. Columbus, Ohio, la città in crescita più rapida del mondo è una bidonville di roulotte di metallo arrugginito impilate una sopra l’altra da cui i rispettivi residenti, che sembrano non conoscersi nemmeno tra di loro, non vedono l’ora di uscire. La way out da quel distopico squallore (più Ballard che Dick – chiaro frutto di secoli di tirannia del corporate e abusi vari nei confronti del pianeta e dei suoi abitanti) è OASIS, un vorticoso, coloratissimo, mondo virtuale/video game/social network globale, popolato dal meglio della pop cultura anni ottanta e a cui si accede mediante l’uso...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.