closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Spie Usa a Parigi

Wikileaks. Rivelazioni sullo spionaggio degli Usa in Francia. Convocata l'ambasciatrice di Washington. Telefonata Hollande-Obama. Intercettati gli ultimi tre presidenti francesi. Ma Parigi reagisce con moderazione: ci sono molti intrecci tra servizi segreti (la Francia è stata anche spiata dalla Germania che lavorava per gli Usa). Intanto, al voto il Patriot Act alla francese. La scusa è sempre la stessa: la lotta al terrorismo

Nel giorno in cui il parlamento approva definitivamente la nuova legge sui servizi segreti, accusata di essere un Patriot Act alla francese, le nuove rivelazioni di Wikileaks (pubblicate da Libération e dal sito Mediapart) sullo spionaggio della Nsa in Francia mettono in luce i rischi della paranoia che sta conquistando il mondo in nome dell’anti-terrorismo. Secondo Wikileaks, gli Usa hanno spiato dal 2006 al 2012 le comunicazioni di tre presidenti francesi, Jacques Chirac, Nicolas Sarkozy e François Hollande, nei primi giorni dopo il suo arrivo all’Eliseo. Hollande ha telefonato a Obama per chiedere un chiarimento. In mattinata il presidente ha...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.