closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Spianata delle Moschee, Israele sospende i rapporti con l’Unesco

Gerusalemme. Dura reazione dello Stato ebraico al voto dell'agenzia dell'Onu che non ha riconosciuto il terzo sito santo dell'Islam come sacro anche agli ebrei che lo considerano il Monte del Tempio

Israele ha reagito con rabbia all'esito del voto di due giorni fa di una sottocommissione dell'Unesco, l'agenzia dell'Onu che promuove l'istruzione e tutela il patrimonio culturale nel mondo, che ha stabilito che la Spianata delle Moschee di Gerusalemme, terzo luoso santo dell'Islam, è sacra solo ai musulmani e non anche agli ebrei che considerano quel sito il Monte del biblico Tempio distrutto duemila anni fa. Il voto inoltre non riconosce alcun legame tra l'Ebraismo e il Muro del Pianto, ai piedi della Spianata. Il Consiglio esecutivo dell’Unesco riesaminerà la questione la prossima settimana e di fronte alle crescenti proteste di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi