closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Sparo alla militante nera: Scotland Yard valuta ipotesi di scontro tra gang

Due figli e 27 anni, originaria di Oxford, la militante nera Sasha Johnson è in terapia intensiva dopo esser stata raggiunta alla testa da un proiettile sparato da un’automobile in corsa verso la casa in cui si trovava a Peckam, quartiere del sud-est londinese, all’alba di domenica 23 maggio. Ed è in pericolo di vita. Il piccolo partito da lei co-fondato, Ttip (Taking the Initiative Party), che si batte per i diritti dei neri, ha dichiarato che Johnson aveva ricevuto «innumerevoli» minacce di morte, lasciando intendere un rapporto causale fra le loro campagne e l’accaduto: anche se nelle sue dichiarazioni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi