closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Spagna, Rajoy riporta l’aborto alla «preistoria»

Protesta delle donne spagnole

Protesta delle donne spagnole

Un ritorno al passato. Questo, in sostanza, sarà l’effetto della nuova legge sull’aborto, che, nonostante le polemiche suscitate fin dalla sua presentazione, «sarà approvata entro la fine di ottobre». Lo ha assicurato il ministro di Giustizia spagnolo Alberto Ruiz-Gallardon, che apporterà così il suo contributo alla svolta ideologica che, sotto il governo del Pp, che sta cambiando il volto della Spagna. La legge prevede, infatti, pesanti restrizioni che limitano l’aborto a soli tre casi: malformazione del feto, stupro e rischio per la vita della madre. Una stretta che riporterà di colpo la normativa sull’interruzione di gravidanza a trent’anni fa; e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.