closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Spagna, Rajoy riporta l’aborto alla «preistoria»

Protesta delle donne spagnole

Protesta delle donne spagnole

Un ritorno al passato. Questo, in sostanza, sarà l’effetto della nuova legge sull’aborto, che, nonostante le polemiche suscitate fin dalla sua presentazione, «sarà approvata entro la fine di ottobre». Lo ha assicurato il ministro di Giustizia spagnolo Alberto Ruiz-Gallardon, che apporterà così il suo contributo alla svolta ideologica che, sotto il governo del Pp, che sta cambiando il volto della Spagna. La legge prevede, infatti, pesanti restrizioni che limitano l’aborto a soli tre casi: malformazione del feto, stupro e rischio per la vita della madre. Una stretta che riporterà di colpo la normativa sull’interruzione di gravidanza a trent’anni fa; e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi