closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Sotto la cenere blues

Note sparse. «The Dust I Own», il nuovo progetto discografico del bolognese Andrea Laino

Andrea Laino

Andrea Laino

Il bolognese Andrea Laino si è innamorato del blues durante un viaggio a New York. Ci era andato per ascoltare un tributo a John Zorn ed è ritornato posseduto dalla musica del diavolo. Il suo universo sonoro è così caratterizzato da ballate dark e colpi di plettro assassini. Minimal blues. La formazione è essenziale con il leader a voce e chitarre, Gaetano Alfonsi alla batteria e il grande jazzista irregolare Mauro Ottolini al sousaphone. Ottime le trasfigurazioni elettriche e vocali sulle scansioni New Orleans in Can’t Wake Myself Up, la furia quasi punk di Fate of a Gambler e la ciondolante...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.