closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Sotto il segno della rivolta

Ohio. A Cleveland la convention repubblicana per sancire la nomination di Donald Trump diventa il teatro della tensione razziale che dilania gli Stati Uniti

La convention repubblicana che si è aperta ieri ha riunito a Cleveland il popolo conservatore (e migliaia di contestatori) sotto l’ombra cupa dei fatti di Baton Rouge. È difficile come al solito misurare quanto una convention, dopo le coreografie calibrate da cento consulenti di immagine, rifletta davvero la popolarità di un candidato o lo stato di salute di un partito. Questo congresso in particolare, ha la direttiva di simulare l’acclamazione di un candidato alla guida di un partito cui rimane in gran parte indigesto. Intanto potrebbero essere gli avvenimenti all’esterno del Quicken Loans Arena a dare la temperatura di una...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.