closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Sostegni bis, 40 miliardi in gran parte alle imprese

Governo Draghi. In consiglio dei ministri al più tardi giovedì. I rimborsi rispetto al calo di fatturato su cinque fasce dal 60 al 20% ma si allargano i criteri calcolo. Non passa la linea della Lega sui costi fissi. Ma Salvini si consola: no alla plastic tax

Una addetta in una fabbrica che produce mascherine

Una addetta in una fabbrica che produce mascherine

Il secondo decreto Sostegni sarà varato giovedì, al più tardi venerdì. La bozza del Sostegni bis, declinata in 48 articoli, è pronta ma di qui alla riunione del consiglio dei ministri qualche particolare potrebbe cambiare. Stanzia in aiuti vari alle categorie e alle persone colpite dalla crisi conseguente alla pandemia 40 miliardi e la voce più corposa è ancora quella relativa ai ristori destinati a imprese e partite Iva. Il criterio sul quale valutare il rimborso resta il calo di fatturato: non sono cioè state accolte le richieste che invocavano l’introduzione di criteri diversi, come le spese sostenute. Identica anche...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi