closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Giappone, sospiro di sollievo per il nuovo capitalismo

Il voto. Le elezioni della camera bassa danno ragione al primo ministro Kishida Fumio, insediatosi a ottobre

Il primo ministro giapponese Fumio Kishida

Il primo ministro giapponese Fumio Kishida

Kishida Fumio ce l’ha fatta, battendo non solo l’opposizione ma anche tutti i pronostici. Le elezioni dei 465 seggi della camera bassa tenutesi domenica sono state il primo banco di prova per il nuovo premier del Giappone, insediatosi appena a inizio ottobre. Gran parte dei sondaggi prevedevano una sostanziosa emorragia di voti per il governo guidato dal Partito liberal democratico (Ldp) e Kishida stesso aveva fissato la soglia minima della vittoria a 233 per la coalizione di governo, composta dall’Ldp e dal partito d’ispirazione buddhista Komeito. La realtà del voto però è stata un’altra, con l’Ldp a quota 261 seggi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.