closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Sospendere i brevetti sui vaccini, il Wto dice no

Proprietà intellettuale. Blocco dei paesi ricchi e del Brasile, non passa la richiesta di Sudafrica e India sostenuta anche dal presidente dell’Oms. Ieri una giornata di mobilitazione

Laboratorio dell’Imperial College di Londra

Laboratorio dell’Imperial College di Londra

A un anno dalla dichiarazione dello «stato di pandemia» da parte dell’Oms (organizzazione mondiale della sanità), in occasione della riunione della 12esima conferenza ministeriale del Wto (organizzazione mondiale del commercio), ieri è stata una giornata di mobilitazione nel mondo per chiedere l’universalità dei brevetti sui vaccini, la sospensione della proprietà intellettuale per poter produrre dappertutto e nel numero di dosi necessarie. Ma al Wto persiste il no di un gruppo di paesi - i più industrializzati, Usa, Ue, Gran Bretagna, Svizzera, Giappone, Australia, Canada, Norvegia, ma anche Brasile - che bloccano questo processo, chiesto ufficialmente il 2 ottobre 2020 da...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi