closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Sorour Darabi: «Con la danza decostruisco i pregiudizi»

Il performer e coreografo transgender a Bologna con lo spettacolo «Savusun», presentato al festival Gender Bender

Sorour Darabi canta, recita, danza, ispirandosi a un rituale dell’antica tradizione sciita ancora praticato nel suo paese d’origine, l’Iran. Il performer e coreografo transgender rielabora e interpreta la cerimonia preislamica che commemora la battaglia di Kerbala e la morte del nipote del profeta nello spettacolo Savusun, nei giorni scorsi all’Ateliersi di Bologna per Gender Bender, il festival internazionale prodotto dal Cassero LGBTI Center della città che quest’anno ha per titolo «Radical Choc», diretto da Daniele Del Pozzo e Mauro Meneghelli, sulle nuove rappresentazioni del corpo, identità di genere e orientamento sessuale. Il rituale è un’occasione per esprimere tristezza e fragilità...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.