closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Solo promesse per i palestinesi, i vaccini non arrivano

Israele/Territori occupati. Attese ieri le prime 5000 dosi dello Sputnik V arriveranno solo nei prossimi giorni. I vaccini costano troppo per le finanze dell'Anp. Critiche a Israele che, affermano i centri per i diritti umani, deve garantire le vaccinazioni ai palestinesi sotto la sua occupazione militare

Una donna beduina cittadina israeliana riceve la prima dose di vaccino Pfizer a Segev Shalom

Una donna beduina cittadina israeliana riceve la prima dose di vaccino Pfizer a Segev Shalom

Nei Territori occupati è partita l’organizzazione delle elezioni legislative e presidenziali, il 22 maggio e 31 luglio, e il premier Shttayeh chiede all’Ue di inviare in quell’occasione un contingente di osservatori internazionali. L’Anp conferma la volontà di tenere le consultazioni ma i dubbi restano. Non è peraltro prevedibile in alcun modo se gli elettori saranno in grado di andare ai seggi elettorali di fronte all’incertezza sull’avvio di una campagna vaccinale di massa contro il coronavirus in Cisgiordania e Gaza. L’epidemia non risparmia i palestinesi, ogni settimana ne contagia migliaia e ne uccide diverse decine. Ieri, dopo il via libera del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi