closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Solo la Guardia indigena difende Cali

Colombia. Prosegue lo sciopero a oltranza contro il governo di Duque. Dalla città epicentro della rivolta l'idea di un «Piano per la Vita». L’aumento della disuguaglianza sociale alla base dell’esplosione della rabbia nella capitale della salsa

Cali, Colombia, 30 aprile 2021,  i manifestanti si proteggono come possono in piazza

Cali, Colombia, 30 aprile 2021, i manifestanti si proteggono come possono in piazza

Dall’inizio delle mobilitazioni in tutta la Colombia, lo scorso 28 aprile, la popolazione di Cali ha salutato l’entrata in città dei camion strabordanti di persone con bandane al collo e bandiere rossoverdi sventolanti, la Guardia Indigena del Cric, il Consiglio Regionale Indigeno del Cauca che riunisce più organizzazioni comunitarie in lotta per difendere i loro diritti e i territori in cui vivono. Così come fecero durante lo sciopero nazionale del 2019 e quello del 2020, anche quest’anno sono arrivati a dare sostegno alla popolazione urbana. Ma questa domenica la carovana umanitaria che accompagnava le manifestazioni nella zona di Jamundí, a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.