closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Smemoratezze atomiche, bufera su Cio e Suga

Giappone. Bach ha rifiutato il minuto di silenzio alle Olimpiadi per ricordare le vittime delle bombe Usa. Il premier dimentica una frase nel discorso. Per gli abitanti di Hiroshima i giochi avrebbero speculato sulla tragedia

Il minuto di silenzio al Cenotafio delle vittime della bomba nucleare al Peace Memorial Park di Hiroshima

Il minuto di silenzio al Cenotafio delle vittime della bomba nucleare al Peace Memorial Park di Hiroshima

A distanza di 76 anni, il Giappone piange ancora le vittime per l’ordigno atomico «Little Boy» sganciato su Hiroshima dal bombardiere B29 statunitense Enola Gay il 6 agosto del 1945. Per l’impatto devastante sono morte almeno 140mila persone. Tre giorni dopo, il turno di Nagasaki. Gli Usa sganciano «Fat Man», la seconda bomba atomica ideata nell’ambito del «Progetto Manhattan», programma di ricerca Usa voluto dall’allora Segretario alla Guerra Henry Stimson. IMMEDIATA LA RESA del Giappone, che segna così l’epilogo del conflitto mondiale e un nuovo assetto di rapporti diplomatici, derivanti anche dalla scrittura della Costituzione giapponese. Abbracciato il ripudio a...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.