closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Smartphone, come vivere con un «arto digitale»

SCAFFALE. A proposito di «8 secondi. Viaggio nell’era della distrazione», di Lisa Iotti per Il Saggiatore

«Senza memoria, senza attenzione, senza la capacità di sollevare la testa, senza più pazienza, perfino senza più sorriso, cosa saremo? Che razza di uomo è quello che abiterà tra cinquant’anni la Terra?». Lisa Iotti – giornalista e autrice di Rai3 – ci regala un libro ingannevole: la prosa fluida e vivace, narrativa può spingere a sottovalutarlo, a coglierne la superficie comportamentale, quasi folklorica. Invece 8 secondi. Viaggio nell’era della distrazione (Il Saggiatore, pp. 248, euro 19) è un testo necessario, preoccupato e preoccupante, che dall’epidermide dei nostri gesti quotidiani, dal rapporto quasi erotico con lo schermo dello smartphone, ci porta...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi