closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Sit-in contro il «blitz» estivo Giannini-Reggi. Oggi protesta a Montecitorio

Istruzione. Ancora polemiche sul piano scuola annunciato dal governo. Sindacati e precari si mobilitano contro il prolungamento dell'orario di lavoro dei docenti e l'apertura delle scuole fino alle 22: "Gli istituti non hanno personale nè fondi e il governo fa queste proposte?"

Il «piano scuola» annunciato dal sottosegretario all'Istruzione Roberto Reggi (Pd) è ancora un cantiere, ma è bastata l'allusione ad un aumento secco dell'orario di lavoro da 18 fino a 36 ore settimanali per i docenti e l'idea dell'apertura degli istituti fino alle 22, 11 mesi su 12, ricorrendo anche ai privati per provocare l'allarme tra i sindacati e i movimenti dei docenti precari. Ieri pomeriggio sulle scalinate del ministero della pubblica istruzione a Roma l'Unicobas ha organizzato un sit-in di protesta al quale hanno partecipato gli altri sindacati e più di un centinaio di persone. Stamattina davanti a Montecitorio ci...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi