closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

Sirente-Velino, un taglio fuori dalla realtà

Storie. La Regione Abruzzo motiva il taglio di 10 mila ettari di Parco naturale per presunti «disagi socio-economici e demografici dei comuni inclusi nell’area protetta». Ma sindaci e associazioni denunciano altri interessi

Disagi socio-economici e conseguentemente demografici, lamentati nei territori, come diretta conseguenza della loro totale inclusione nel perimetro dell’area protetta». È LA MOTIVAZIONE con cui la Regione Abruzzo - con ok della maggioranza di centrodestra del Consiglio regionale lo scorso 18 maggio - ha adottato la «Nuova disciplina del Parco naturale regionale Sirente - Velino con revisione dei confini». Una leggina che ha tagliato circa 10mila dei complessivi 54.361,22 ettari del Parco, nato nel 1989 e che annovera Zone speciali di conservazione (Zsc), una Zona di protezione (Zps) e diversi Siti di interesse comunitario (Sic), istituiti dall'Unione Europea. La riperimetrazione, arrivata...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi