closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Sinistra e sanità, oltre il pensiero povero

Il libro. In un pamphlet di Ivan Cavicchi, una proposta di riforma radicale del Ssn pubblico dopo la crisi della pandemia. Secondo l'autore, quella del ministro Speranza si può definire al massimo la terza "controriforma"

Si fa presto a dire «riforma». Che la sanità italiana ne abbia bisogno è ormai un dato scontato per tutti, dopo la pandemia. Ma quale riforma sia necessaria è tema di discussione. Si dirà: non bastano le pagine scritte nel Pnrr, che per la riforma sanitaria stanzia circa 20 miliardi di euro nel prossimo quinquennio? Per Ivan Cavicchi, autore di La sinistra e la sanità. Da Bindi a Speranza e in mezzo una pandemia, da poco pubblicato dall’edizione Castelvecchi, non bastano. Quella delineata dall’attuale ministro della sanità Roberto Speranza al massimo può definirsi l’ennesima "controriforma": la terza a partire dall’introduzione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.