closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Sindrome del «grande centro»: la musica ha le ali tagliate

Improvvisi. Nei cartelloni sono rappresentati soltanto quindici anni di musica, e poco altro...

Alla fine degli anni Cinquanta Anthony Downs, un politologo statunitense di formazione weberiana, moderatamente left-wing, influenzato dalla teoria di Joseph Schumpeter sull’ «equilibrio economico generale», pubblica uno studio, Teoria economica della democrazia, che diventa rapidamente un classico della politologia. Si tratta, in sintesi, di una riflessione originale, e decisamente profetica, sul funzionamento delle ideologie politiche nelle democrazie liberali. La tesi del libro è illuminante: nei sistemi politici basati sul bipartitismo i due schieramenti dominanti, nonostante la regola dell’alternanza li renda in apparenza più dinamici, tendono inesorabilmente ad assomigliarsi l’uno con l’altro, smussando le reciproche differenze in nome della ricerca del...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi