closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

Sicilia, miniere d’asbesto a cielo aperto

Amianto. La Regione Sicilia vuole usare le cave di Pasquasia e Bosco Paolo come depositi di scorie della fibra-killer utilizzate in edilizia

Un tempo erano il motore dell’industria siciliana. Si estraeva lo zolfo, di cui la Sicilia è piena, e poi il salgemma. Delle miniere di Sicilia hanno parlato Luigi Pirandello, Leonardo Sciascia e Giovanni Verga nella novella Rosso Malpelo. Piccole e grandi cave ora dismesse, da cui un tempo si estraeva anche l’amianto che oggi, nelle giornate di vento, si disperde tutt’intorno per le verdi vallate. Intorno a questi luoghi silenziosi, un tempo sorgevano gli antichi villaggi dei minatori che nel corso degli anni sono stati trasformati in discariche a cielo aperto. E oggi, dopo i cumuli di immondizia, a seppellire...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.