closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Siccità, alluvioni e scontento sociale in iran

Un morto nelle proteste per la carenza d’acqua. Nel Khuzestan ricco di petrolio ma desertificato (52% delle piogge in meno) si lotta anche contro il progetto di trasferire altrove le acque del fiume Karun

La secca del fiume Zayanden a Isfahan

La secca del fiume Zayanden a Isfahan

I cambiamenti climatici colpiscono anche l’Iran, soggetto a siccità nelle regioni meridionali e ad alluvioni in altre aree, dove le piogge torrenziali si riversano sulla terra arsa dal sole. Nei giorni scorsi sono almeno quattro i morti per alluvioni e due i dispersi. Un’altra persona è stata uccisa da un fulmine. E venerdì sera un trentenne è stato colpito da un proiettile a Shadegan nella regione sud-occidentale del Khuzestan durante una manifestazione contro la carenza d'acqua. I responsabili sono stati identificati, alcuni sono stati arrestati, agli altri la polizia dà la caccia. A diffondere la notizia è l’agenzia di stampa...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.