closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Sì tra i dubbi alla procura Ue

Giustizia. Il Csm, alla presenza di Mattarella e Cartabia, dà il via libera ai pm delegati che risponderanno all'ufficio della procuratrice europea di Lussemburgo. Ma la ministra deve contemporaneamente occuparsi dei problemi della maggioranza divisa sulla presunzione (europea) di innocenza

Il plenum del Csm di ieri

Il plenum del Csm di ieri

Le «attese di necessari e importanti interventi riformatori oggetto di confronto in parlamento» richiamate dal presidente della Repubblica fanno da sfondo al plenum straordinario del Consiglio superiore della magistratura che si è tenuto ieri mattina. Dedicato a un passaggio fondamentale - anche se tardivo e non ancora definitivo - nel percorso di partecipazione dell’Italia alla procura europea. Sotto la presidenza di Sergio Mattarella e alla presenza della ministra della giustizia, il Csm ha approvato la proposta di accordo che consentirà a Marta Cartabia di definire con la procuratrice europea - la rumena Laura Kövesi - il numero e la collocazione...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi