closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Si riaccende l’Intifada

Cisgiordania occupata. Ieri a sud di Hebron ucciso in un agguato palestinese un rabbino-colono. Feriti la moglie e i figli. Netanyahu promette nuove espansioni agli insediamenti ebraici nei Territori occupati mentre il Quartetto per il Medio Oriente, nel suo rapporto, condanna la colonizzazione

Tra gli appelli del ministro dei trasporti Yisrael Katz a proclamare lo stato d'emergenza e le esortazioni di quello dell'agricoltura Uri Ariel a intensificare l'espansione degli insediamenti coloniali, in risposta agli ultimi attacchi palestinesi, il gabinetto di sicurezza presieduto dal premier Netanyahu si riunisce stasera per decidere la reazione di Israele all'uccisione ieri di un colono a sud di Hebron e a quella di Hallel Yafa Ariel, la bambina di 13 anni, accoltellata giovedì nella sua abitazione a Kiryat Arba. La pressione delle forze armate israeliane è già salita in tutta la zona di Hebron, tornata ad essere l'epicentro della...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.