closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Si prepara una repubblica identitaria

Riforme. Sconcertante l'attualità del confronto sul futuro del parlamentarismo che si è svolto tra Kelsen e Shmitt nella fase più vivace della repubblica di Weimar. Poi sappiamo com’è finita

«Non si può seriamente dubitare che il parlamentarismo sia l'unica forma reale in cui l'idea di democrazia possa essere attuata nell'odierno contesto sociale». È la risposta che diede Hans Kelsen a Carl Schmitt il quale riteneva che il Parlamento avesse esaurito le proprie ragioni «storico-spirituali». Tanto Kelsen quanto Schmitt erano, entrambi, del tutto consapevoli della grave crisi in cui versava l’organo della rappresentanza popolare, ciò che però radicalmente li separava era la visione di democrazia. Per Kelsen, infatti, l’essenza e il valore della democrazia era da rinvenire nelle garanzie del procedimento parlamentare, poiché esse sole potevano assicurare la dialettica e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.