closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Sì, Orioles potrà andare in pensione: ok alla Legge Bacchelli

Il giornalista antimafia. Il tam tam sui social vince: il premier Gentiloni concede l’ambito riconoscimento. E ripartono «I Siciliani»: la nuova edizione della storica testata presentata ieri a Parigi

Il giornalista Riccardo Orioles insieme ad alcuni dei tantissimi colleghi che lo hanno sostenuto in questi mesi

Il giornalista Riccardo Orioles insieme ad alcuni dei tantissimi colleghi che lo hanno sostenuto in questi mesi

Per la prima volta i benefici della Legge Bacchelli saranno dati a chi ha combattuto le mafie con due semplici strumenti: la penna e la costanza. Riccardo Orioles da ieri è finalmente andato "in pensione”, ma ciò ovviamente non servirà a farlo stare a riposo. Anzi. Da mesi la campagna #MandiamoInPensioneOrioles, nata il 26 dicembre 2016 con una petizione su Change.org, chiedeva al governo di dare un riconoscimento al giornalista nato a Milazzo 67 anni fa. Fondatore de I Siciliani con Pippo Fava, il giornalista antimafia Riccardo Orioles non ha mai lavorato, in 40 anni di onorata carriera, con contratti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.